Comunicati stampa - 11 mag 2022

LETTERA ALLA FEMMINILE...

Bastano poche parole, a volte, per dare un senso ad un’intera stagione o persino ad un intero progetto. L’ultimo, in ordine di tempo, nato in casa giallorossa è quello del #settorefemminile che partito quasi per scherzo un paio d’anni fa è già stato capace di regalarci un mondo di soddisfazioni. Quelle in campo, certo, ma ancor più quelle che una madre delle nostre ragazze è riuscita a sintetizzare in un messaggio inviato qualche giorno fa al responsabile del settore femminile, Massimo Gastaldello.
Vogliamo condividerlo con voi, per dare un senso al lavoro che ogni giorno, in campo, in spogliatoio o dietro una scrivania fanno gli allenatori, gli accompagnatori e i dirigenti giallorossi.


“È da un po che volevo scriverti, ma le giornate sono intense in questo periodo. Ora sono tranquilla.
Volevo ringraziarvi per quei giorni a Jesolo. Mia figlia è tornata felice, anche se mi è bastato vederla il giorno di Pasqua per capire.
Era da un po che non la vedevo così.
Ecco..mi permetto di ringraziarvi per quello che fate. Non capisco molto di calcio come "tecnica", ma ho imparato molto sul mondo del calcio, come "vita".
Ho sempre avuto la sensazione, dalla prima volta che ho sentito parlare voi presidente, mister, direttore.., che la vostra squadra sarebbe cresciuta. E sta crescendo perché c'è umanità e ci sono valori, oltre allo sport. So che bisogna guardare i punteggi, le vittorie, la forza, la tecnica..
Ma se nelle ragazze non c'è la gioia di giocare per il semplice stare insieme e dare il massimo non per ottenere i punti, ma per il gruppo, per la squadra, per la responsabilità, per il fatto che ce la possono fare, nonostante tutto, può anche essere la squadra più forte, ma tutto cade. E nelle giovani nulla resta.
Spiego: alla fine della partita con il Torino, un genitore di quella squadra si ferma davanti a me, dopo la mia esultanza per la vittoria. Mi chiede se sono del Bassano. Rispondo sì. Mi dice "congratulazioni, bella squadra". Mi dà la mano (come rifiutarla?) Mi guarda, con un' espressione felice per noi, ma con la consapevolezza che alla sua squadra manca qualcosa e l ho capito: l’Amicizia, i Valori, l’Unità delle ragazze, la voglia di divertimento.
Perché ti ho scritto questo Massimo (e mi scuso per la lunghezza del messaggio). Per dirvi, per chiedervi di continuare così. Non solo come mamma, ma come donna che vede il mondo andare sempre peggio. Che vede e che ha visto ragazze, adulti venire umiliate/i solo per..la vittoria. Solo per essere i più forti. Solo perché a tutti i costi bisogna arrivare primi.
Non cambiate il vostro modo di essere Massimo. Continuate ad essere così, umili, leali, rispettosi. Senza la fretta di crescere velocemente. Le cose belle hanno bisogno di tempo e pazienza. E quel momento, per voi, arriverà. Ne sono certa.
Perché siete Grandi dentro, e da fuori si vede la differenza. Non la vedo solo io. La notano in molti. E soprattutto le ragazze lo sentono, sentono che le volete bene. Ti sembra poco al giorno d'oggi?
Grazie!” 💛❤️

Ufficio Stampa F.C. Bassano 1903
ufficiostampa@fcbassano1903.it
LETTERA ALLA FEMMINILE...

Notizie correlate

#fcbassano1903

Condividi il tuo tifo e la tua passione per il Bassano